Arbitri pronti, Rizzoli: “Occasione per cambiare, basta proteste aggressive” – La Gazzetta dello Sport

Arbitri pronti, Rizzoli: “Occasione per cambiare, basta proteste aggressive” – La Gazzetta dello Sport


Parla il designatore: “La distanza? Rafforza il rispetto che era già necessario, ma per chi continuerà ad avvicinarsi troppo potrà anche scattare il giallo”

“L’arbitro per definizione attende la disposizione delle regole per sapere come interpretarle e come riprenderle”. Parola di Nicola Rizzoli, designatore arbitrale della Can A. Pronto e in attesa, come la sua squadra di fischietti, dell’incontro del 28 maggio tra il mondo del calcio e il ministro Spadafora. In un quadro un po’ meno oscuro di quanto non potesse sembrare solo qualche settimana fa, tra novità certe e probabili legate all’emergenza, dai 5 cambi – “utili per dare freschezza al gioco, purché divisi in tre chiamate perché non diventino strumento di perdita di tempo” —, il rispetto delle distanze di sicurezza col divieto di proteste e con la tecnologia come alleata.