battuto da Leo Messi, il Barcellona avanza ai quarti – Libero Quotidiano

, , Leave a comment



Il Napoli perde 3-1 contro il Barcellona e viene eliminato agli ottavi di Champions League. Gli uomini di Gennaro Gattuso tornano a casa con più rimpianti di quanto il punteggio finale lasci pensare: la partita è stata pesantemente influenzata da un errore dell’arbitro, che al decimo minuto non ha ravvisato neanche con l’aiuto del Var una spinta nettissima su Demme, con Lenglet che ne ha tratto vantaggio per siglare l’1-0. E dire che il Napoli era partito fortissimo, prendendo subito un palo con Mertens. Poi il vantaggio ha messo le ali al Barcellona, che per mezz’ora ha imperversato in attacco: ha segnato due volte con il marziano, Leo Messi, che però si è visto allungare un gol per un tocco di mano. Poi il rigore trasformato da Suarez e parzialmente bilanciato da quello segnato da Insigne al quarto minuto di recupero del primo tempo.

La ripresa è invece stato un monologo del Napoli che, sotto 3-1, si è gettato in avanti alla ricerca di un gol che riaprisse il discorso qualificazione: con un clamoroso 3-3 i partenopei sarebbero andati avanti, ma è mancata la finalizzazione delle tante occasioni costruite. Anche perché negli ultimi 20 minuti il Barcellona, che a causa di infortuni aveva solo canterani in panchina, ha accusato pesantemente la stanchezza e ha ballato paurosamente: ma il Napoli si è fermato all’urlo di gioia strozzato in gola per il gol di Milik, bravo a battere a rete di testa ma in posizione di fuorigioco. Quell’episodio all’80esimo avrebbe potuto creare i presupposti per l’impresa, ma così non è stato: il Barcellona resiste e va avanti, il Napoli va a casa con qualche rammarico e può iniziare a pensare alla prossima stagione. 

 

Leave a Reply