Champions, Barça-Napoli 3-1, blaugrana ai quarti

, , Leave a comment


Lenglet, Messi e un rigore trasformato da Suarez (per fallo di Koulibaly sull’argentino) portano il 3-0 prima del rigore di Insigne in pieno recupero. Nella ripresa gli azzurri spingono ma il risultato non cambia

Basta un tempo di Messi per spegnere i sogni del Napoli. Il Barcellona vince 3-1 grazie ai gol di Lenglet, Leo e Suarez su rigore, inutile centro dal dischetto di Insigne. La squadra di Setien vola così ai quarti di Champions.

Insigne recupera e sfida Messi. Setien si affida a Leo per restare in corsa e in panchina, Gattuso al suo Lorenzo il Magnifico per puntare il sogno. Dopo 2’ il Napoli ha un’occasione clamorosa: un rimpallo favorisce Mertens che colpisce svirgolando e prende il palo esterno. Il Napoli inizia bene, ma va sotto dopo 10’. Corner dalla sinistra, Lenglet si libera della marcatura di Demme (al limite della regolarità, tanto che Cakir chiede il supporto fonico al Var) e di testa supera Ospina. Barça in vantaggio, al Napoli cambia poco perché almeno un gol avrebbe dovuto farlo comunque. Al 23’ va in scena l’opera di Messi. Punta la difesa piazzata del Napoli, ne salta un paio, è fortunato su un rimpallo, poi però fa l’impresa calciando praticamente da seduto e piazzando la palla sul palo lungo.

Spettacolo

—  

Barcellona avanti 2-0 e ora alla squadra di Gattuso servono due gol senza più subirne per passare il turno. Ma è iniziato lo spettacolo di Leo. Alla mezz’ora Suarez bombarda Ospina che respinge, Rakitic crossa subito e Messi inventa: stop di petto col quale fa fuori Mario Rui e poi sombrero su Ospina in uscita. Sarebbe 3-0 se il Var non cogliesse un tocco di mano dell’argentino (impercettibile a occhio nudo). Si resta sul 2-0 per i catalani. Var protagonista anche al 44’, questa volta Cakir va a rivedere il contrasto Koulibaly-Messi, con l’argentino che brucia sul tempo il difensore intento a rinviare. Il senegalese rinvia la caviglia di Leo e per l’arbitro è rigore. Con la Pulce dolorante e zoppicante, il penalty lo calcia Suarez: dal dischetto non sbaglia e si va sul 3-0. Al 5’ di recupero il Napoli beneficia di un rigore. Rakitic stende Mertens, per Cakir non c’è bisogno del Var. Insigne batte e realizza il 3-1.

Ripresa

—  

Riparte bene il Napoli, come nel primo tempo. Dopo 8’ un tiro di Mertens sporcato diventa un assist per la testa di Insigne che però colpisce debole. Nel cuore della ripresa non capita molto e così bisogna attendere il 36’ per registrare qualcosa. Cross dalla sinistra di Mario Rui, Milik di testa anticipa tutti e segna. Gol però annullato, giustamente per fuorigioco del polacco. A 5’ dal 90’ Lozano colpisce la base del palo di testa e mette i brividi al Barcellona. Nonostante la pressione finale il Napoli non riesce a segnare un secondo gol e a mettere più ansia ai catalani. Il Barcellona vola ai quarti.

 

Leave a Reply